Il Piano Operativo della città di Prato

Prato al Futuro è un percorso di comunicazione e partecipazione che il Comune di Prato ha attivato per accompagnare la redazione del suo nuovo Piano Operativo. Un denso programma di momenti e luoghi, fisici e virtuali, dove incontrare gli abitanti, l’associazionismo, i professionisti, gli imprenditori e condividere con ciascuno la visione generale di sviluppo sociale, culturale ed economico della città di Prato.

Il Piano Operativo è uno strumento urbanistico che, partendo dalla visione generale di sviluppo sociale, culturale ed economico della città di Prato, formulata dall’Amministrazione nell’Atto di Indirizzo, stabilisce nel dettaglio dove, come e quanto si può intervenire nella trasformazione, valorizzazione e tutela del territorio comunale, sia nelle aree urbane che nelle aree agricole.

Il percorso di partecipazione Prato al Futuro si articolerà lungo un periodo di quattro mesi, da settembre a dicembre 2017. Ogni mese un programma, denso di momenti di conoscenza e di partecipazione intorno a ciascuno dei quattro grandi assi tematici lungo i quali si articola lo sviluppo della città che il nuovo Piano Operativo è chiamato a interpretare. Attorno a ogni asse tematico avranno luogo eventi di diversa natura, da incontri con i cittadini a workshop rivolti a progettisti e professionisti a iniziative più ludiche, che coinvolgeranno attivamente tutta la cittadinanza. Senza dimenticare il Piano Operativo dei bambini, un “percorso nel percorso” creato appositamente per i più giovani.

A Settembre 2017 il percorso inizia con il tema della connessioni: uno dei principali obiettivi del nuovo Piano Operativo è infatti quello di valorizzare e integrare le infrastrutture esistenti (Declassata, Asse delle Industrie, tangenziali, ferrovia, Autostrada, Interporto, piste ciclabili) per rafforzare e rilanciare il ruolo di Prato nel sistema metropolitano ed extra-regionale, oltre a migliorare la vivibilità alla scala urbana. Saranno definiti nuovi ruoli per le aree urbane e gli spazi aperti che si affacciano sulle infrastrutture principali e potenziati gli spazi connettivi con la città densa, con il centro storico e con le aree agricole. Scarica qui il primo numero della guida informativa sul tema Connessioni.

Ad Ottobre 2017, il percorso continua sul tema Ambiente e Agricoltura. Il nuovo Piano Operativo intende attivare nuove politiche di gestione del territorio improntate su criteri di salvaguardia attiva e strategie di recupero sostenibili: una visione a lungo termine della piana agricola e di una rete di connessioni ecologiche volte a integrare campagna e città. L’obiettivo è trovare nuove regole per recuperare le aree agricole interne alla città (il parco delle Fonti, il parco dei Ciliani, le aree lungo la tangenziale, l’area di San Giusto), valorizzare i prodotti locali, salvaguardare e rigenerare il paesaggio, dare la possibilità di vivere la nostra campagna e gli spazi aperti dentro la città, senza dimenticare i temi ecologici.

A Novembre 2017 si parlerà di Patrimonio da rigenerare mese in cui verrà diffusa e sviluppata l’idea di rinnovamento che ispira il nuovo Piano Operativo. Pratiche di riuso e di rigenerazione urbana guideranno la futura gestione del patrimonio edilizio della città.
Nuovi modelli economici, nuove funzioni e nuove attività definiranno l’ambiente nel quale la città è destinata a ripensare il proprio patrimonio, a partire dal recupero di importanti aree produttive ancora attive o abbandonate che possono dare impulso all’imprenditorialità, come il Macrolotto Zero, l’area Ex Banci o le aree produttive lungo la Declassata o Via Galcianese.

Sul tema dello Spazio Pubblico è incentrato il programma che conclude il percorso di partecipazione a Dicembre 2017. L’idea di un rinnovato contesto dei luoghi pubblici e della loro accessibilità è alla base della definizione della città pubblica che dovrà avere un ruolo centrale e leggibile nel nuovo disegno degli insediamenti, generato dalle connessioni tra i luoghi rappresentativi dell’identità pratese, nei quali concentrare servizi, attività, luoghi di ritrovo e socializzazione.

Prato al Futuro è un progetto del Comune di Prato disegnato e coordinato da Sociolab, Image e Controradio Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *