Correggendo gli errori ed andando avanti

Immagine

Procedendo nell’analisi ci siamo accorte di alcuni piccoli errori nella definizione della modalità di lavoro degli intervistati. Ricontando ci siamo accorte che i dipendenti sono meno del previsto (49 e non 54). Abbiamo aggiornato i file e ricaricato tutti i file corretti.
Ma soprattutto abbiamo fatto alcuni “incroci” e un’analisi qualitativa delle risposte.
Una piccola nota di metodo: per alcune analisi abbiamo creato una categoria che riunisce sia i liberi professionisti che i titolari di micro imprese, sia quelli che svolgono la professione autonoma “part-time” (ovvero autonomo/precario che abbiamo indicato con “mix”). Ci è sembrata una scelta metodologica congrua perché tutte queste figure sono accomunate dall’accedere a prestazioni di welfare minime e dal non potere (i precari) e non volere essere (gli autonomi) stabilizzati in posizioni lavorative stabili.
Buona lettura!

Ecco le slide http://www.sociolab.it/wp-content/uploads/2012/12/racconta-il-tuo-lavoro_5-9.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *