Piazza Libera Tutti

È successo anche ieri, per l’ennesima volta. Eravamo ad una riunione di lavoro e abbiamo raccontato di Piazza Libera Tutti, il percorso partecipativo per la riqualificazione di Piazza Pier Vettori: “e cosa ci vorreste fare? quello è solo uno spartitraffico!” In effetti oggi quasi nessuno riesce a vederla come una piazza: le automobili vi girano ininterrottamente intorno e, i pochi che ci entrano, si sentono a disagio, la attraversano in fretta, senza fermarsi.

Invece Piazza Pier Vettori ha un’anima, la memoria lontana ma non troppo di un luogo amato e vissuto dal quartiere che si risveglia non appena può. Perché è bastato organizzare un laboratorio di coprogettazione in Piazza e ricordare alle persone che potevano entrarci e l’immagine sbiadita di una piazza che fu è tornata a galla.

11350536_10153003928212865_414132888732515518_n

(foto di Fabrizio Bruno)

Ed ancora, qualche settimana dopo, qualche tavolino colorato e della buona musica messi in piazza dallo storico locale Porto di Mare hanno creato la magia… “sembrava di essere a Parigi!”

10616602_10153385433449509_773457556674774702_n

(foto di Francesca Piras)

Certo, la Piazza ha bisogno di un intervento di riqualificazione (i cittadini in tal senso stanno dando indicazioni molto utili ai progettisti) ma, citando l’Architetto Raimondi, “Il modo migliore per rianimare una una piazza è… animarla!”. Allora, abbiamo pensato, mentre si co-progetta la riqualificazione architettonica, si può “fare” la riqualificazione sociale e si può fare subito!

È così che, un pomeriggio di luglio, ci siamo trovate in piazza Pier Vettori con alcuni dei protagonisti di questi mesi di “partecipazione”. Intorno ad un tavolo del bar Francesconi sedevano il Presidente del Quartiere 4 (protagonista attivo del percorso fin dalle prime battute), una giovane consigliera, il fioraio Flora Folies, il proprietario del Porto di Mare, una socia dell’associazione Tempo Reale che ha sede nelle vicinanze, un rappresentate della parrocchia e lo stesso proprietario del bar.

Intorno a quel tavolo abbiamo fatto un bilancio di quanto emerso dalle attività di ascolto dei cittadini e dal laboratorio in piazza e abbiamo immaginato costruito insieme il punto di partenza: qualcosa di piccolo, un obiettivo “raggiungibile” che però ci avvicinasse a quell’idea di piazza popolata da bambini e famiglie che gli abitanti del quartiere ascoltati durante il percorso avevano immaginato.

È nata così l’idea di una “festa di buon rientro” per i bambini del quartiere da organizzare a pochi giorni prima dell’inizio della scuola. L’idea è carina e fattibile: c’è chi propone un piccolo spettacolo, chi riferisce della disponibilità  del vicino negozio di palloncini a dare un contributo; il bar si offre di preparare la merenda, il fioraio può mettere a disposizione piantine ed esperienza per un laboratorio improvvisato di giardinaggio coi bambini. L’entusiasmo cresce e le attività immaginate sono talmente tante che si inizia a valutare la possibilità di più appuntamenti: oltre alla festa per i bambini, un concerto jazz, una festa della musica che coinvolga gruppi musicali della zona, una “passeggiata sonora”…si inizia a parlare di un “Settembre in piazza Pier Vettori”. Le diverse ipotesi sono valutate con il Presidente del Consiglio di Quartiere che partecipa attivamente al confronto e offre il proprio contributo per rendere queste attività realizzabili: gli uffici del Quartiere si occuperanno  delle pratiche per la richiesta di suolo pubblico, daranno supporto per comunicare gli eventi, forniranno tavoli e sedie e cercheranno qualche contributo per rimborsare i musicisti.

Ciascuno ha offerto il proprio contributo in relazione alle proprie disponibilità, prima timidamente poi con sempre maggiore convinzione, perché parlando insieme è facile rendersi conto che, se ciascuno fa una piccola parte, diventa facile realizzare qualcosa.

Ed è con questo post, carico dell’entusiasmo che sta crescendo a noi man mano che il percorso partecipativo va avanti, che vi annunciamo la festa di sabato 12 settembre: dalle ore 16,00 alle ore 19.00 tanti laboratori, attività e merenda per i bambini offerti dai commercianti della piazza e, alle 16.30, il soundwalk condotto da Francesco Giomi di Tempo Reale per ascoltare insieme la piazza (il soundwalk è gratuito e aperto a tutti. Si raccomanda la puntualità!). Vi aspettiamo!

—-

PLT_BANNER_NEUTROPiazza Libera Tutti è un percorso partecipativo promosso da Save the city, con il supporto tecnico di Projektom, di Sociolab per la progettazione e conduzione delle attività partecipative, Design Bunker Firenze per la progettazione progettazione grafica e Amici della terra Firenze per il supporto logistico e organizzativo. il percorso è finanziato dalla Regione Toscana attraverso l’Autorità Regionale per la Partecipazione ed è seguito dall’Amministrazione comunale (Comune e Quartiere 4). Info e aggiornamenti su http://open.toscana.it/web/piazzaliberatutti/home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *