i progetti di #spaziocomune2015

Quali idee degli abitanti per i beni comuni del territorio? A raccontarle ai cittadini di Capannori sono stati i facilitatori locali di #spaziocomune2015 nel corso dell’incontro conclusivo del percorso che si è svolto mercoledì 4 novembre 2015 al centro culturale Artemisia. L’incontro ha visto la presenza di Silvia Givone di Sociolab che ha collaborato con il Comune per la realizzazione del progetto e del gruppo di facilitatori locali che si è formato all’inizio di questo percorso e ne ha seguito tutte le attività, coinvolgendo i cittadini delle frazioni e invitandoli a partecipare.

I facilitatori che hanno contribuito alla riuscita del percorso sotto la guida ed il coordinamento di Sociolab hanno descritto le idee progettuali per valorizzare i beni comuni e prendersene cura sui cui stanno lavorando i cittadini delle diverse aree del territorio. Dal recupero di un campo sportivo dimesso, alla realizzazione di un’azione di ripulitura e guerrilla gardening, fino alla organizzazione di una festa di primavera.

Il percorso partecipativo #spaziocomune2015 è promosso dal Comune e finanziato dalla Regione Toscana per costruire con i cittadini, le associazioni e tutti gli attori locali progetti concreti per la riqualificare valorizzare gli spazi pubblici. Il percorso si inserisce nel solco delel esperienze di collaborazione dei cittadini alla cura degli spazi pubblici sviluppate da Labsus e dal Regolamento per l’Amministrazione Condivisa. Labsus è stato partner di questo percorso e ne ha seguito gli sviluppi, supportando il Comune e l’Amministrazione nel confronto e nella discussione riguardo al regolamento.

I progetti sono stati sviluppati nel corso dei laboratori di co-progettazione che si sono svolti nelle cinque frazioni pilota della nuova esperienza di partecipazione, ovvero San Ginese, Pieve San Paolo, Guamo, Lappato e Gragnano, ai quali hanno partecipato cittadini e associazioni guidati da esperti e facilitatori locali. Le proposte elaborate sono molto diverse tra loro e spaziano dalla riapertura di un campo sportivo alla comunità con iniziative ricreative e culturali, all’organizzazione di azioni di pulitura, valorizzazione ed educazione ambientale. Li accomuna la volontà di chi le ha scritte di impegnarsi concretamente per la loro realizzazione, assieme all’amministrazione, alla cittadinanza e a tutti coloro che vorranno partecipare attivamente.

“Ho partecipato a tutti i laboratori e posso affermare con certezza che stanno emergendo progetti belli ed importanti, che valorizzano le risorse del nostro territorio, intese come spazi e luoghi di interesse collettivo – afferma l’assessore all’ambiente, Matteo Francesconi-. Adesso è il momento di confrontarsi sul regolamento per poter trasformare le idee più valide in veri e propri patti di collaborazione tra Amministrazione, cittadini e territorio. Per realizzarle concretamente con l’aiuto di tutti”.

(per scaricare il rapporto completo del percorso, clicca sull’immagine della copertina)

screenshot.337

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *