Ecco le slides sul lavoro!

Ci scusiamo prima di tutto per il ritardo, l’elaborazione di queste slides ha richiesto una lunga riflessione.

Abbiamo faticato non poco per trovare le categorie adatte per rappresentare l’ambito lavorativo e la modalità di lavoro di ciascuno degli intervistati*.
Il risultato è quello che vedete: la maggior parte degli intervistati lavora in settori che in senso lato hanno a che fare con la produzione o la fruizione di cultura.

I restanti, circa un terzo del totale, lavorano in altri ambiti dalla amministrazione pubblica, al commercio, dal turismo alla ristorazione.

Non solo. Queste slide ci dicono che i 2/3 dei nostri intervistati sono lavoratori autonomi, precari, micro imprenditori e che sono meno presenti i lavoratori strutturati. Un dato che ci pare molto interessante per leggere tutte le risposte che seguiranno e capire a chi corrisponde il piccolo ma affascinante ritratto che stiamo facendo.
Qui il pdf di tutte le slides.

Vi abbiamo fatto tanto attendere, ma forse ne è valsa la pena, che ne dite?

*Al proposito è necessaria una piccola nota metodologica. Poiché non era richiesto esplicitamente di rispondere con che tipologia contrattuale si lavora abbiamo tentato di comprenderlo dai molteplici riferimenti nelle diverse risposte. In linea generale è stato piuttosto agevole distinguere i dipendenti dai non dipendenti. Più difficile è stato in alcuni casi distinguere i precari dai lavoratori autonomi per scelta: in questi casi abbiamo adottato il principio che è precario quello che fa riferimento nelle proprie risposte al un desiderio di avere un’occupazione strutturata e dipendente, è autonomo quello che sottolinea l’importanza di questa dimensione nella percezione di sé e della propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *