Due fette di quadro, grazie!

Immagine

L’emozione di trovare “posta in cassetta” (quella fisica, che si apre strappando il bordo con curiosità) è già cosa rara; aprire il “bustone” e trovare due “fette di quadro” è addirittura un’emozione unica.

È passato qualche mese da quando abbiamo risposto all’appello che l’artista fiorentino Francesco D’Isa* ha lanciato per realizzare e regalare alla città di Berlino quello che definisce il suo quadro più grande e dettagliato – in versione “street” 6 metri per 6 e in versione “art gallery” di 3 metri per 3.

“Per riuscire in questo ambizioso progetto avrei bisogno di un grande mecenate, ma in sua assenza, anche molti piccoli mecenati possono funzionare”: la richiesta ci è sembrata semplice e del tutto legittima, l’opera – in preview sul sito Slicedart – ci è piaciuta un sacco, il suo slogan “Non ti puoi permettere un’opera d’arte? Comprane una fetta!” ha fatto centro e il suo sito, in cambio del nostro finanziamento, ci ha offerto anche un insolito e carino spazio promozionale (provate a cercare le “fette di quadro acquistate da Sociolab”… ).

È così che è scattato il “meccanismo del perché no” – ecco come funziona il crowd-founding! – ed è così che oggi ci troviamo ad essere anche noi piccole mecenate di una grande opera partecipata alla quale facciamo i nostri migliori auguri!

Giulia Maraviglia

* Francesco D’Isa ha un sito, scrive sul Il Post ed ha di recente pubblicato per Nottetempo “I.” un libro a fumetti denso e intenso assolutamente necessario per affrontare momenti troppo tristi e momenti troppo felici (e questa, Francesco, è la mia personalissima definizione).

 

2 Responses to “Due fette di quadro, grazie!”

  1. Francesco D'Isa ha detto:

    Grazie a voi per il supporto e l’articolo!

    • Valentina Sorbi ha detto:

      Ma chi ti trovo sul web? Il grande Francesco D’Isa che nel frattempo m’è diventato un grande artista! Sono la Vale Sorbi! In quinta superiore abbiamo fatto teatro insieme e passato qualche seratina esilarante…fai delle cose bellissime! un bacino caro Isa e buona vita anche se non dovessi ricordarti di me
      vale

Rispondi a Valentina Sorbi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *