Design et Politique(s) per un disegno comune

1600x727

Design et Politique(s) : pour un dessein commun è un convegno internazionale pensato per facilitare l’incontro tra la pratica del design e quella del policy making, aprendo un dibattito sull’innovazione pubblica lungo tre assi fondamentali: lo spazio pubblico urbano come spazio di valore condiviso; l’azione pubblica e l’utilità pubblica e sociale degli interventi di design.

Il convegno si tiene à Nîmes dal 7 all’8 ottobre 2016 ed è organizzato dal gruppo di ricerca PROJEKT dell’Università di Nîmes e Nîmes Métropole in collaborazione con la 27ème Région e con il Forum des Politiques de l’Habitat Privé.

Nel corso delle due giornate, esperti di design e politiche pubbliche si confronteranno  per problematizzare e discutere di alcune questioni chiave a partire dalla teoria e dalla pratica del design e dell’azione pubblica nei loro rispettivi contesti.

Al centro del confronto, le nuove forme di azione pubblica e il ruolo del designer, gli interventi nello spazio pubblico come spazio di azione comune e condivisa, le pratiche che mettono al centro terzo settore e società civile nel design delle politiche pubbliche.

E’ all’interno di questa complessa e interessante cornice che Margherita Mugnai interverrà sabato mattina in una tavola rotonda sui Projets d’utilité publique, aperta da un intervento di Ruedi Baur, designer, fondatore di Civic city e della piattaforma Social Design che introdurrà la questione del design dal punto di vista del ruolo che questo può giocare nel rapporto tra cittadini e politiche pubbliche.

La tavola rotonda, coordinata da Pauline Scherer, sociologa di  LERIS  e della 27ème région, metterà a confronto esperienze di practitioners in vari settori al crocevia tra politiche pubbliche, società civile, attivismo e partecipazione. Tra i partecipanti Perrine Boissier, designer di L’office (Marsiglia); Marie Coirié, designer e co-fondatrice di Care & Co (Parigi); Domenico Di Siena, civic designer di CivicWise  e di Design Civique (Parigi).

Margherita parteciperà alla discussione portando nel confronto  il tema delle comunità in azione: dalla partecipazione alla collaborazione, con un intervento che a partire dall’esperienza decennale di Sociolab cercherà di problematizzare la pratica del design di processi decisionali inclusivi e l’apparente dicotomia tra top-down et bottom-up, tra società civile e decisori pubblici. Prendendo come  spunto di partenza caratteristiche e fattori che hanno fatto la forza di alcuni progetti e hanno ostacolato lo sviluppo di altri, l’intervento punterà a portare nella discussione alcuni elementi strategici alla base della qualità dell’azione pubblica inclusiva dal punto di vista di chi lavora sul campo a fianco di attori molteplici.

AFFA3-RVB-1

Clicca sul poster per accedere al programma del convegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *