#ChangingLandscapes: la liaison tra città e turismo

Screen Shot 2016-05-02 at 1.46.54 PM

Un laboratorio fotografico per “monitorare le pulsazioni dinamiche del territorio”. Questo in estrema sintesi è il progetto Changing Landscapes, un osservatorio sull’area metropolitana di Firenze e Prato curato dall’Associazione Deaphoto, che con cadenza annuale e utilizzando il linguaggio della fotografia, permette ad un gruppo ristretto di fotografi di lavorare a una rappresentazione critica del complesso sistema di relazioni sensoriali, emozionali, culturali ed economiche che influiscono nella percezione della contemporaneità di un territorio. Permettendo così alla fotografia e a chi la pratica, di divenire attrice e protagonista del dibattito, oggi più che mai attuale, sulla qualità del divenire degli spazi che abitiamo.

A presentare il progetto ed il prossimo laboratorio,troverete questo giovedì 5 maggio 2016 alle ore 18 presso La Boite / Piazza S. Paolino 3 R – Firenze,  Sandro Bini e la nostra Giulia Maraviglia, rispettivamente curatore e coordinatrice di questa indagine, assieme ai fotografi che hanno partecipato alle passate edizioni.

Giunto alla sua IV edizione, Changing Landscapes si confronta quest’anno con un tema affascinante e contraddittorio, pervasivo e al contempo assai poco esplorato attraverso lo strumento dell’indagine fotografica: il rapporto tra turismo e città.

Firenze, città d’arte, tappa obbligata, insieme a Roma e Venezia, nei flussi del turismo globale, raggiunge in un anno quasi 10 milioni di turisti “pernottanti”. In che maniera il territorio si relaziona con questa invasione pacifica di umanità globalizzata? Aspetti percettivi di un fenomeno che è contemporaneamente principio d’identità e fattore di criticità, risorsa primaria per la vita della città ma anche causa di impatto socio-culturale sulla comunità locale.

Il tema del IV laboratorio Changing Landscapes intende suggerire ai partecipanti un’esplorazione sul territorio delle città di Firenze o Prato alla ricerca di una chiave interpretativa personale tra le differenti forme percepibili del rapporto tra tessuto urbano, comunità stanziale e flusso turistico.

In una serie di sessioni di lavoro tra Maggio e Giugno 2016, il laboratorio inviterà una selezione di fotografi ad approfondire e a esplorare il tema con un progetto di analisi sul paesaggio urbano. Dalla definizione del concept del progetto, alla sua esecuzione, sino alla presentazione e all’editing della selezione finale.

Il laboratorio è aperto a un minimo di 4 e a un massimo di 10 partecipanti. L’invito a partecipare è rivolto soprattutto a fotografi, architetti, studenti di fotografia e di architettura. Ma in generale a chiunque abbia una buona conoscenza di base di cultura e tecnica fotografica e sia interessata/o a utilizzare la fotografia per esplorare I cambiamenti, le contraddizioni e le complessità delle città che abitiamo.

Se volete scoprire i bellissimi progetti emersi dai laboratori degli anni passati, visitate il blog dedicato a Changing Landscapes, o ancora meglio, passate a trovare Sandro e Giulia  e fatevi raccontare da loro cosa significhi indagare il territorio attraverso la lente di un obiettivo.

Per informazioni e pre-iscrizioni, potete scrivere a deaphoto@tin.it o chiamare il numero 3388572459.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *